RECENSIONE VANQUISH(PLATINUM GAMES/SEGA 2010)

Image

I bimbiminkia sono una categoria di persone molto particolare per due ordini di motivi:il primo è perché sono ignoranti,tremendamente ignoranti e il secondo è direttamente legato al primo:essendo ignoranti sono estremamente pericolosi in tutti i campi.

Se intaccano il cinema,la settima Arte produce Twilight,a tutto discapito del successo di film quali Lasciami entrare e se toccano l’ambito dei videogiochi,vengono prodotti titoli usa-e-getta senz’ anima,né personalità,dedicati a un pubblico col quoziente intellettivo di un Orango(ma non stiamo parlando di Donkey Kong,ahimè),che vanno a tutto svantaggio di titoli meritevoli,studiati per un pubblico che i videogiochi li segue dai tempi del Commodore 64.
Ma il videogiocatore che non è ottenebrato dalle mode del momento,curiosando tra i titoli in saldo al Gamestop sotto casa,può imbattersi ogni tanto,in mezzo alla marmaglia di videogiochi fatti con lo stampino,in rari titoli davvero meritevoli,tra i quali Bionic Commando di Grin(di cui si è già ampiamente parlato in questo blog),l’ottimo Mirror’s Edge(di cui non è mia intenzione parlarne,se non in seguito) e il titolo in oggetto,cioè Vanquish.
Soddisfatto per l’acquisto fatto,il nostro videogiocatore attento,inserisce il disco di Vanquish nella sua Xbox 360 e si troverà davanti,quasi spiazzato,a quello che,a un occhio sprovveduto,può sembrare un emulo di Gears of War,solo con gli occhi a mandorla.
La rabbia appena provata si trasforma in piacevole sorpresa quando il nostro capisce di essersi totalmente sbagliato:di Gears of War in questo titolo c’è ben poco,giusto il sistema di coperture,il cui uso viene disincentivato dalle meccaniche a schermo con un bonus di punti e i compagni di avventura di Sam Gideon(il protagonista della vicenda),che sembrano aver fatto indigestione di testosterone.
Ebbene,il titolo in questione è una continua apparenza,un continuo gioco di specchi.Vuole apparire a tutti i costi quello che non è:si usano le armi,ma non è uno shooter,è piuttosto un titolo d’azione a là Devil May Cry,con l’unica variabile che le spade e il melee vengono sostituiti dalle armi da fuoco e dalle granate;cerca di dare sostanza alla trama,ma essenzialmente non si va avanti per scoprire quest’ultima(è un mero pretesto,che serve come collante per amalgamare l’atmosfera),ma cercando di accumulare un punteggio sempre più alto e di prodigarsi in evoluzioni sempre più estreme.

Eh già,proprio così,stiamo parlando di un action arcade,di quelli che ne uscivano a bizzeffe negli anni ’90,ma che l’industria videoludica pare aver dimenticato con l’andare degli anni,di un videogioco duro e puro,dal concetto e dall’ideologia conservatrice,ma che propone qualcosa di nuovo,accattivante e impegnativo.
Insomma,per dirla breve,questo è uno dei rari giochi della current gen che fa della giocabilità la sua essenza,sbattendosene altamente della grafica(per altro strepitosa),ma pensando a divertire e impegnare il videogiocatore in sessioni ad alto tasso di tensione e adrenalina.
Il gameplay,in sostanza,si basa su tre punti cardine:le armi da fuoco,giustamente,il bullet time e le proprietà della tuta DARPA data in dotazione a Sam.
Le armi da fuoco,prese singolarmente,sono il punto debole della produzione,in quanto non eccellono né per design,né per originalità,ma combinate con il tempo rallentato e con i pugni energici sferrati con la pressione del tasto “B” e con l’ausilio dei razzi propulsivi applicati agli stivali della tuta DARPA si ottiene uno dei gameplay più roventi di sempre:esplosioni,pallottole,cocci,scintille e calcinacci verranno proiettati in ogni dove,senza che il motore di gioco accenni a qualsivoglia rallentamento:tutto è stato studiato dai saggi programmatori di Platinum Games per esplodere,tutto è oggetto di una potenziale detonazione in Vanquish,dalla camera di scoppio del carrello della vostra arma,fino ai vostri commilitoni,che salteranno in aria in mille brandelli,passando per voi e la vostra tuta,nel momento in cui sprecherete tutta l’energia di quest’ultima,cercando di scampare alla morte inevitabile.
Ora cercate di seguire una ipotetica partita a Vanquish:una volta selezionato il livello di difficoltà vi troverete davanti dei robot che vi sparano come dannati e una copertura tra voi e loro.A questo punto vi riparate dietro la suddetta,vi fumate una sigaretta(ebbene sì,Sam è un tabagista),saltate fuori dalla copertura e azionate il tasto per mirare,che serve anche per rallentare il tempo nel mentre di una acrobazia e fate fuoco sulle macchine e le fate saltare.
A questo punto uno dei vostri compagni si accascia a terra e lo soccorrete con un kit medico e,mentre lui vi lascia delle munizioni per la mitragliatrice pesante in terra,voi guardate in avanti:il ponte su cui vi trovate inizia a crollare,perché non regge più le esplosioni e le pallottole sparate e,per non cadere nel vuoto,attivate i propulsori degli stivali e vi lanciate in un altro vortice di esplosioni e fucilate fino alla fine dello stage,che vi vede totalizzare un buon punteggio perché avete salvato un compagno dato per spacciato e non siete morti,risparmiando oltretutto tempo,che vi darà un ulteriore bonus.Gratificante,no?
Senza parlare poi del design delle ambientazioni,che avvantaggia non solo la orizzontalità del paesaggio,ma anche la sua verticalità,con sparatorie sospese nel vuoto e vertiginosi scontri con boss nemici di dimensioni considerevoli,anch’essi studiati perché esplodano in mille pezzi.
A questo punto il nostro videogiocatore scafato è soddisfatto dell’acquisto,finirà Vanquish più e più volte,innalzando continuamente il livello di difficoltà,fino a quello più hardcore e cercando il punteggio sempre più estremo,godendo di ogni highest score,lasciando i bimbiminkia che dicono che Vanquish è un gioco breve e troppo facile alla loro grigia e ignorante esistenza costellata di Call of Duty e Gears of War.

VOTO:9

P.S.:come da consuetudine saluto i lettori con un filmato di gioco(da notare la straordinarietà dell’impatto grafico e la fluidità con cui il motore di gioco riesce a far girare il tutto senza rallentamenti:ineccepibile,davvero).Tanti saluti e buon 2013,sperando di trovare nella calza della Befana una copia di Vanquish

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: