RECENSIONE GEARS OF WAR

Innanzitutto vorrei precisare una cosa:questa non sarà la solita recensione su un videogioco.Di solito il lettore è abituato a leggere una recensione in cui si parla di comparto tecnico,del gameplay e della longevità:qui non si parlerà di tutto ciò,ma si cercherà di analizzare il videogame ad oggetto come fosse un risultato di “creativi”,cioè di persone che creano,cioè dei veri e propri artisti,quindi si valuterà la trama,il giudizio critico e l’influenza dell’opera.Allora diamoci una mossa 😉

Il gioco in questione,come si evince dal titolo della recensione,è il tanto acclamato Gears of war,un prodotto che ha avuto(e continua ad avere) parecchio successo di vendite e di critica,nonostante la sua poca originalità e le sue meccaniche piuttosto scontate,anche se apprezzabili.

TRAMA:Gears of war prende luogo su Sera,un pianeta popolato da esserri umani,che crearono un tempo una civiltà gloriosa e benestante,ma che,un conflitto interno dilaniò;conflitto risolto un secolo dopo,grazie alla scoperta dell’Imulsion,una sostanza che consentì la produzione di energia a basso consumo.

Tutto ciò portò a un nuovo conflitto,le Pendulum Wars,poi conclusesi con il “Giorno dell’Emersione”,che segnò l’arrivo di una minaccia ben maggiore delle guerre a sfondo economico:le Locuste,che sbaragliarono le difese umane,ormai impoverite da anni di spargimenti di sangue.

Tutti i sopravvissuti all’invasione delle Locuste cercarono di raggiungere la Jacinto Valley,una sorta di Valle dell’Eden apparentemente immune alla guerra.Marcus Fenix,l’eroe che andremo a impersonare nel gioco,è uno dei soldati incaricati di difendere la Jacinto Valley,ma,per rispondere a una chiamata di soccorso del padre,viene condannato dalla Casa dei Sovrani,sorta di tribunale penale di guerra,alla pena di morte per omissione di doveri d’ufficio,pena scontata in carcere a vita grazie alla deposizione di Dominic Santiago,amico fraterno del nostro eroe,che lo salverà anche dall’ergastolo,dando inizio alla sanguinosa(è proprio il caso di dirlo!)lotta tra Marcus e le Locuste…Image

GIUDIZIO CRITICO:Come anticipato prima in questa recensione si parlerà poco delle specifiche tecniche o di gameplay di Gears of war,ma si parlerà del valore artistico dell’opera e se ha influenzato o meno il panorama videoludico.

Gears of war,se parliamo in termini “filmici” è una robusta e avvincente opera sci-fi,cioè un’opera caratterizzata dalla presenza di esseri umani e alieni in lotta tra di loro in cui,ovviamente,vinceranno gli umani,sia in questo episodio,sia nei ben più riusciti episodi successivi.Insomma tutto il plot alla base è piuttosto scontato,tra muscoli,armi più grosse di una casa e parolacce a mitraglia,scandite da quel maestro di bon ton che è il nostro Marcus e tutta la sua allegra brigata di marmittoni militarizzati(marmittoni nel vero senso della parola,visto che si ha un deficit di AI veramente troppo alto per quanto riguarda i comprimari,dei veri cerebrolesi).Insomma le situazioni toccherà sempre e solo a noi risolverle,come in un Rambo qualsiasi.Nonostante i deficit di AI comunque il gioco si fa apprezzare ed è piuttosto divertente ed adrenalinico,grazie al tanto decantato sistema di coperture di cui  questo gioco ne è il portabandiera e il primo esponente(siamo sicuri però che questo sia il primo gioco col sistema di coperture durante le sparatorie?Io citerei il ben più vecchio e più riuscito WinbackCovert operations per Nintendo 64).

Image

INFLUENZA SUI GIOCHI FUTURI(O CONTIGUI):Gears of war è,all’apparenza e nonostante i difetti intrinsechi,uno dei giochi più influenti della cosiddetta next-generation per il sistema di coperture(comunque non una trovata originale,un po’ come il 3-D per il cinema)e per il motore di gioco performante(un uso piuttosto flessibile dell’Unreal engine 3).

Ok,è molto influente,ma che cosa ha influenzato?Capolavori?Non direi.Ha influenzato più che altro titoli commerciali che vogliono fare dell’ intrattenimento molto easy e poco impegnativo(grazie al sistema di coperture che è la gioia dei bimbiminkia che non vogliono sparatorie a muso duro e fastidiose barre dell’energia vitale,in vista di una barra “ricaricabile”) il loro cavallo di battaglia,così da vendere milioni e milioni di copie(chi ha detto Grand Theft Auto IV,grande film interattivo,ma modesto videogioco?).

Insomma questo gioco non ha influenzato alcunchè di significativo per quanto riguarda le sue meccaniche(anzi,è influenzato da mille giochi,dal sopracitato Winback a qualsiasi Quake dall’1 in poi),ma ha portato un’Orda(come quella delle Locuste)fredda e senz’anima e ciò denota la pochezza visionaria dei videogames odierni.

Ricapitolando:Gears of war è IL 3-D dei videogiochi,apparentemente pieno di contenuti e profondo,ma che in realtà non dice nulla di nuovo,pur risultando,ripetiamolo,avvincente

VOTO:7

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

3 commenti

  1. Apprezzo la citazione di Winback, titolo a cui devono numerose idee molte produzioni odierne

    Rispondi
    • nat99920

       /  9 marzo 2012

      Winback è un titolo assolutamente imprescindibile per ogni amante dell’action

  2. Your team could have possession of the ball but you never know when that possession will be
    lost and your team must transition to defense. After you
    have documented everything belonging to the cheerleading squad you can hand the items out to
    the appropriate girls. When these affirmations are
    put into practice in private life as well as public life the entire
    world becomes simpler, easier, happier and more productive and
    so rewarding. Oftentimes people are after the next greatest thing.

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: