Super Mario Bros. 2

<< Doki Doki Mario! >>

SVILUPPATORE: Nintendo

ANNO: 1988

STORIA: E’ il 1988 e stiamo parlando di un periodo storico per quanto concerne il settore dei videogames. E’ passato appena un anno da quando è uscito SUPER MARIO BROS., il gioco più venduto della storia dei videogames (con quaranta milioni di copie nel mondo), rimasto tale fino al 2009 quando è stato superato da Wii Sport (che per certi versi fa un po ridere ma fa parte del grandissimo successo della console di settima generazione). La storia di Super Mario Bros. 2 è un po strana, e questa stranezza riguarda non solo gli aspetti tecnici ma, ancor più importante, la provenienza e l’idea di base del gioco. Eh si perché SMB 2 è veramente l’esemplare più atipico nel panorama dei titoli riguardanti Mario e crea una vera e propria spaccatura nella storia e negli elementi di essa, tanto da influenzare i titoli successivi. La storia comincia con la Nintendo che, dopo l’uscita e il successo di SMB, pensò bene di fare uscire un seguito che riproponesse le stesse modalità di gioco e grafica del primo ma che fosse leggermente più difficile e ambientato in livelli ancora più diversificati di quelli già visti. Il risultato fu Super Mario Bros. 2, uscito per il Famicom Disk System nel 1986 (in Giappone ovviamente). Purtroppo, per motivi tecnici, ebbe pochissimo successo nel mercato giapponese, e la cosa costrinse la Nintendo a non rilasciare il gioco in Europa e in America (dato che ai tempi era da poco uscito SMB). Il gioco in questione fu poi inserito nel famosissimo Super Mario All-Stars per SNES e prese il nome di Super Mario Bros.: The Lost Levels.

Ma qui stiamo parlando di tutt’altra cosa…qui stiamo parlando di un gioco che poco si collega a questi avvenimenti (piuttosto affascinanti devo dire) ma che fa parte di un’altra realtà… una realtà che invece ha avuto moltissimo successo e continua tutt’oggi a far parlare di se.
Dato lo scarsissimo successo di SMB 2 in Giappone, la Nintendo doveva necessariamente rilasciare, nel resto del mondo, un seguito del primo episodio alla svelta, in modo da non deludere i suoi clienti… e qui entra in gioco Yume Kōjō: Doki Doki Panic. Molti non sanno nemmeno dell’esistenza di questo gioco, così come moltissime persone non sanno che IL NOSTRO Super Mario Bros. 2 (Europeo e Americano si intende) discende direttamente da questo fantastico gioco su licenza di un Anime giapponese che ai tempi era parecchio apprezzato, ambientato in Arabia, i quali protagonisti erano i componenti di una famiglia composta da 4 figli (due piccoli e due grandi, Lina e Imajin), da Papa e da Mama.
Per farla breve, la Nintendo usufruì del codice di questo gioco per creare quello che universalmente noi chiamiamo Super Mario Bros 2 (o USA come lo chiamavano in America). Il gioco fu semplicemente modificato, cambiando i personaggi e aggiungendone altri (come Wart) e modificando qualche piccolo elemento che era palesemente relativo alla versione dell’anime. La cosa affascinante non solo riguarda i vari cambiamenti che sono stati apportati alla versione europea e americana, ma riguarda anche e soprattutto il cambiamento della storia, l’introduzione di un finale e un inizio alternativo e parecchie altre differenze che hanno reso Super Mario Bros. 2 il capolavoro che tutti conosciamo e che, personalmente, ha cambiato completamente la mia esperienza nel campo dei videgiochi.

MODALITA’ DI GIOCO: Il gioco, a differenza del predecessore, è pur sempre un platform a scorrimento orizzontale ma si differisce dal primo grazie all’assenza di elementi inconfondibili della serie di Mario (quali i classici “castelli finali” e i vari poteri dati dai funghi e dai fiori), all’implementazione di una storia molto più studiata (residuo di Doki Doki Panic), all’eliminazione totale dei “soliti” nemici quali Goomba, Koopa e compagnia bella.

GRAFICA: La grafica è palesemente differente da quella vista in SMB 2, gli effetti grafici sono veramente notevoli, i livelli sono studiati in maniera superba e rendono perfettamente l’idea di “mondo dei sogni” nel quale si trova Mario assieme ai suoi compagni. Per la prima volta vediamo dei personaggi con sembianze umane e non semplici pixel ravvicinati, vediamo la nascita delle animazioni nei movimenti e negli sfondi sempre più colorati e diversificati… insomma.. una gioia per gli occhi.

GIOCABILITA’: Sulla giocabilità c’è veramente poco da dire… è la perfezione! Il rapporto fra la velocità di movimento dei personaggi, il ritmo del gioco, la velocità dei salti e gli eventi all’interno dello spazio di gioco è studiato alla perfezione e restituisce un’esperienza frenetica, versatile sotto tutti i punti di vista, variabile al secondo ed incredibilmente attraente.

MUSICA E SUONI: Le musiche presenti in Super Mario Bros. 2 sono fra le più belle che io abbia mai ascoltato in tutta la mia vita. Tutti i motivo musicali (realizzati benissimo sotto il punto di vista sonoro) e ogni singolo ritornello entra in testa e si blocca li per molto tempo… se poi sei un bambino di 5 anni piazzato davanti alla tv a perdersi dentro quel mondo, allora è li che ci si rende conto che queste musiche aiutano a vivere questo gioco secondo per secondo, creando contemporaneamente atmosfere cupe, allegre, silenziose e terrificanti che difficilmente un bambino dimenticherà e che aiutano a costruire il gioco nella sua totalità.

CONTROLLI: Intuitivi all’istante, semplici ed efficaci. Nessun rallentamento, nessun problema nelle meccaniche di gioco ne in quelle riguardanti i movimenti associati ai tasti del joypad Nintendo. Tutto fila liscio come l’olio e questo rende il gioco uno dei più piacevoli ai quali abbia mai giocato.

GIUDIZIO COMPLESSIVO: Ritengo che voi tutti abbiate capito quello che provo e quello che significa per me questo gioco. Per anni è stato il mio gioco preferito e tutt’ora ritengo che pochissimi giochi mi hanno restituito il divertimento e il piacere che ho provato giocando a Super Mario Bros. 2. Un gioco, semplicemente, perfetto!!!

REPLAY VALUE: … beh… dopo aver detto tutte queste cose cosa volete che vi dica? Io gioco a questo gioco almeno una volta ogni due mesi, o nell’emulatore o sulla mia Nintendo e puntualmente mi diverto come non mai. E’ semplicemente il “gioco della mia vita”.

PAGELLA:

STORIA: 10

GIOCABILITA’: 10

GRAFICA: 9

MUSICA e SUONI: 10

CONTROLLI: 10

REPLAY VALUE: 9,5

TOT: 9,8

Screenshot di gioco:

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: