Recensione Syphon Filter 3 (2001, 989 Studio/Sony, PlayStation)

La serie dei Syphon Filter non è mai stata davvero stealth. Ci si è avvicinata con il primo episodio, senza dubbio, ma si è poi votata allo shooter “ragionato” con il secondo e con questo terzo capitolo che andiamo ad analizzare. Syphon Filter 3 è uno degli ultimissimi giochi per Ps1 ad essere stato rilasciato quando già la Ps2 aveva preso il largo, cioè nel 2001. Per questo è spesso dimenticato e sottovalutato rispetto al suo immediato predecessore. Si tratta di un prequel che spiega numerosi avvenimenti avvenuti prima dei 2 più famosi episodi. Si arriva a comprendere l’origine del letale virus Syphon Filter e la sua scia di morte e di terrore lasciata in varie parti del globo. Ritroviamo il nostro prode Gabe, la nostra fidata spalla Lian, Lawrance e molte altre faccie note. Durante il gioco è possibile interpretare molti di questi personaggi in svariate ambientazioni in giro per tutti i continenti.

 

La formula dei 989 Studios è sempre la stessa, cioè il fuoco contro numerosi nemici supportato da apposite zone di copertura, indispensabili nell’economia di gioco. Già dal primo livello, nella struttura alberghiera in Giappone, ci viene riproposta subito questa formula: fare fuori tutti con il fucile di precisone e nel mentre ripararsi dall’erorme volume di fuoco nemico che ci piove addosso dalla postazione nemica. Un classico della serie. L’azione è da shooter non c’è niente da fare, non è possibile restare per sempre nascosti per poi alzare la testa e prendere la mira con calma, qui bisogna ripararsi, alzarsi in fretta, mirare in fretta e colpire con decisione. Questo vale sia nei panni del cecchino, sia in quelli di squadra d’assalto, magari in gruppo con Lian o altri membri della CIA. Ci viene in aiuto un discreto sistema di mira che permette con R1 di tenere inquadrato un obiettivo fin quando lo freddiamo, cosa non semplice come sembra visto che spesso i nemici sono dotati di giubbotto antiproiettile (come noi) e sono numerosi ed in posizione favorevole (non certo come noi). Bisogna perseverare nello sparo senza pietà su un singolo elemento e dimenticarsi del resto, magari correndo per evitare altri proiettili. E’ negli scontri di massa che Syphon Filter perde le sue intenzioni di presentarsi realistico, quando capiamo che basta correre verso l’obiettivo mirato con ferocia e poi ripararsi subito, mentre un’orda di fuoco ci piomba addosso, per concludere con agevolezza il gioco. Sembra di essere in un Gungage della Konami, ma serioso. Gli stessi movimenti stealth soffrono di un sistema di controllo più votato al fuoco che alla furtività, così dimenticatevi lo stendersi a terra o il passaggio radente ai muri. Qui potete solo accovacciarvi e mirare nascosti da una parete. Niente tattica alla Metal Gear nè diversivi. Del resto l’ammontare delle truppe nemiche e lo sterminato arsenale distruttivo a cui fare affidamento riconducono a questo principio distruttivo. Le missioni sono varie, anche di natura stealth ma solo negli scontri serrati si ha il meglio che può offrire il gameplay. Le missioni sono 20 e devo dire che quelle in gruppo con i nostri colleghi sono piacevoli, specie quelle con Lian dove c’è davvero un minimo di coordinazione tattica. I livelli sono abbastanza estesi ma alcuni di essi sono molto lineari, offrendo pochi percorsi alternativi. I designer hanno optato per creare sezioni dove fosse impossibile l’azione stealth, passaggi dove possiamo solo ripararci ed iniziare a sparare, scelta ben ponderata. L’inventario è di buona fattura come sempre e come sempre il sistema di salvataggio è un pò odioso, con i checkpont spesso mal disposti. La campagna non è impossibile ma devo dire che le ultime 3 missioni sono una bella sfida, specie l’ultima dove si soffre non poco per battere il boss finale (in un percorso sulla metropolitana davvero adrenalinico). La longevità è comunque ottima perchè al solito è presente la modalità a 2 giocatori (e finalmente abbiamo arene più che decenti per uno scontro duel) nonchè una serie di missioni extra in diverse modalità: sopravvivenza, ruba un obiettivo, uccisione stealth e molte altre da sbloccare, con mappe dedicate e con un tasso di difficoltà non indifferente. Davvero piacevoli, un extra ben fatto ed impegnativo.

Dal punto di vista tecnico il motore è lo stesso del secondo episodio, solo leggermente migliorato nella resa di illuminazione e modelli. Quindi il dettaglio è discreto nelle texure (ma a volte appena sufficiente, specie nelle sezioni sotto terra) e le animazioni abbastanza fluide. Gradevoli gli effetti di luce e più che buoni gli FMV. Notevole la qualità del doppiaggio italiano e senza dubbio ottima la riproduzione dei suoni degli armamenti così come le musiche. Ho notato rallentamenti solo in rare sezioni di gioco (specie nella giungla) ma in generale la fulidità è ottima, un bene per un gioco votato allo sparo. I difetti di questo terzo episodio sono tutti da imputare alla sua data d’uscita. Fosse stato il secondo episodio sarebbe stato valutato anche dal qui presente redattore un gioco ottimo, ma si dimostra purtroppo tutto già visto nei capitoli precedenti, con poche novità effettive, sia tecniche che ludiche. Si avverte una maggiore propensione allo sparo e uno stealth ormai ridotto all’osso, ma nulla più. Rimane un buon prodotto, divertente, molto longevo anche per gli extra e rigiocabile più volte grazie ad un discreto multiplayer. Ma non aspettatavi rivoluzioni nè un capolavoro.

Giudizio finale: GOOD

 

Annunci
Lascia un commento

1 Commento

  1. suer

     /  3 luglio 2013

    Come si sbloccano i paesaggi nei minigiochi e la modalità two player??

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: