Final Fantasy VIII è oggettivamente sopravvalutato?

Discussione nata su altri lidi come quella sul decimo capitolo, se ci troveremmo in Usa e Giappone la risposta scontata sarebbe:

Quote:
Originariamente inviata da più o meno chiunque
OMMIODDIO MA CHE C****O STAI DICENDO?!

dove è ampliamente ridicolizzato dalla maggior parte dei giocatori benpensanti visto che per loro non è stato il primo FF localizzato nella loro lingua, di conseguenza avevano metro di paragone con la saga, questo invece è un capitolo molto controverso in Italia, vuoi perchè è stato quasi per tutti il primo FF, vuoi per le tematiche adolescenziali che fanno presa sugli allora ragazzini (Dawson’s Creek e Moccia insegnano) e sulle fangirl depresse (vedi le citazioni in fondo all’articolo).

Ora esprimerò il mio punto di vista (ammesso e concesso che anche per me fu il primo Final Fantasy regolare della serie, il Mystic quest lo giocai anni prima):

Secondo me lo è eccome sopravvalutato, eccome se lo è! Oggettivamente si salvavano solo il lato tecnico, per lo meno su pc, e la ost, la melodia del garden di Balamb è veramente indimenticabile.

Arriviamo alle note dolenti, partiamo da trama e personaggi: i personaggi sono dei comodini inutile negarlo, nessuno subisce un’evoluzione tranne quella di Squall che da perfetto emo rincoglionito, sociopatico e con tendenze suicide diventa all improvviso l’amicone buono di tutti, Rinoa sarà sempre la bimbetta innamorata e palla al piede per tutta l’avventura, Zell idem, un cretino senza speranza che parla solo per dire la minchiata di turno, Quistis la prof pedofila che ha senso solo fino alla cutscene del centro di addestramento dopo il ballo.

Passiamo ora al peggio del peggio, Irvine: che prova ad emulare Setzer Gabbiani ma fallisce miseramente, sostanzialmente è un cowboy cecchino che fallisce nell’unica cosa che deve fare nella trama e per cui è addestrato: un tiro con un fucile di precisione alla fine del primo disco, ci prova con Selphie ogni tanto poi per il resto del gioco è pressochè inutile, come l’oggetto delle sue attenzioni del resto: di lei si sa solo ama i treni ed il giallo, stop, lei si può riassumere in una sola immagine:


Della trama che possiamo dire? fino alla fine del primo disco è quasi ottima, con questo sfondo studentesco militare molto affascinante e che mette in piedi uno scenario geopolitico molto affascinante e coerente, poi va tutto a scatafascio, con la pessima storia d’amore in primo piano, la compressione temporale, buchi vari mascherati con un “te và i gf ci hanno fatto perdere la memoria, abitavamo tutti assieme ma non ci ricordiamo per colpa loro”, ed un antagonista che spunta chissà da dove, insomma, per dargli un senso si devono prendere per buone le 2 teorie fanmade smentite dalla Square, ovvero squall is dead e artemisia è rinoa…stupefacente vero?

Parliamo del gameplay: normale atb, che è ottimo a mio avviso, basta però un piccolo trucco per trasformare tutto il gioco in una puttanata immane, anzi 2: le abilità Level down e la combo Aura -> spam di triangolo -> renzokuken -> win.
Questo sistema di battaglia viene rovinato anche dal pessimo sistema di sviluppo, in pratica assegni ad ogni parametro una magia, con le conseguenze che ti ritrovi immancabilmente tutti i parametri a 255 rendendo tutti fotocopie onnipotenti (un po come la sferografia, altra puttanata) tranne che per i GF equipaggiati. Tutto ciò porta ad un’altra conseguenza gravissima: ovvero non puoi usare magie sennò addio statistiche fighe, ma tanto non fa nulla, i GF (gli esper dei vecchi episodi per capirci) e le magie sono inutili quando i tuoi personaggi tolgono 9999 hp a botta.

Un plauso di merito anche ai tutorial, il non renderli skippabili aumenta le voglie di lanciare il joypad dalla finestra.

In conclusione: può un gioco con sistema di sviluppo pessimo e trama e personaggi devastati ,che per avere un senso hanno bisogno di teorie fanmade, essere un capolavoro, una pietra miliare stando a quanto leggo a volte? Secondo me può piacere, ovvio, ma se questi sono i VERI capolavori…siamo fottuti!

in seguito un po di veri commenti dei fanboy come nell’altro articolo, tra parentesi il mio commento

  • Non posso che essere d’accordo con te. A me è piaciuto molto, l’unico aspetto criticabile è la junction. Per quanto riguarda tutti quei commenti negativi all’inizio del thread, una mia idea ce l’ho, ed è semplice. Il creatore della discussione a quanto pare gode di un’ottima reputazione qui, mi sembra dunque ovvio che venga supportato dai suoi estimatori. Onore a Balthier per questo, non ho nulla da dire, se ha una buona reputazione è perchè se l’è creata, mi dispiace soltanto che ci vada di mezzo un titolo come Final Fantasy VIII, che merita solo complimenti a mio modo di vedere. (Balthier in quel forum sono io e naturalmente i difetti ci sono perchè la la gente mi rispetta, naturale).
  • è che per denigrarlo si attaccano a stronzate come la strega Artemisia,i treni gialli,buchi di trama e così via non capendo minimamente che questi elementi sono solo di contorno per creare un contesto dentro il quale la storia d’amore regna sovrana. (la trama e il gameplay sono cazzate, sticazzi).
  • Secondo me i personaggi e la trama non sono affatto banali, posso essere d’accordo sul fatto che non ci sia stato pieno sviluppo di tutti i personaggi, e che alcuni siano più che altro di contorno, però obiettivamente parlando sono belli, e obiettivamente parlando la trama ha un suo perchè, senza che ci si debbano mettere di mezzo teorie fan made e simili.(il perchè della trama non lo spiegò mai…)
  • Secondo me, se provi a metterti nell’ottica di quegli anni, pensando alle capacità di creazione di giochi e console di allora, pensando a quali fossero i parametri che potessero far osannare o no i videogiochi, e agli elementi chiave che in quel momento potevano emergere più di buchi o falle in FFVIII, e anche al genere di console in voga, e pure alla mentalità delle persone e al loro approccio con i videogiochi, occhi molto più inesperti e in parte chiusi, riesci meglio a focalizzare il perchè di tanto successo (è colpa delle console del tempo…Terranigma e Final Fantasy 6 non esistono!)
Concludo dicendo che per sta merda tolsero fondi al team di Takahashi che si stava occupando per la prima volta della saga di Final Fantasy e fecero di questo abominio l’ottavo capitolo della saga…Fanculo Squaresoft!
[Lo zio Ferra]
Advertisements
Articolo precedente
Lascia un commento

7 commenti

  1. Condivido in toto quest’analisi. Effettivamente FFVII è uno dei capitoli più deboli della saga (se non il più debole in assoluto, ma purtroppo la mia conoscenza della serie principale si ferma al X, quindi non ho gli strumenti necessari per affermarlo), e per darti un altro punto a tuo favore, ti racconto la mia esperienza con questo titolo: a differenza di molti altri giocatori italiani ebbi la fortuna di giocare a questo abominio e a FFVII in contemporanea (a scrocco da mio cugino, lol). Inizialmente preferii il primo per via della localizzazione italiana e della grafica più curata (d’altronde ero solo un bambino), ma non disdegnavo il secondo. Andando avanti, arrivai alla fine del primo disco di entrambi. Chiesi a mio cugino se potevo prenderli in prestito, ma lui me ne concesse solo uno, a mia scelta. Quale scelsi? FFVII. E non me ne pentii mai (al punto che ne comprai un’altra copia quando scoprii che quella di mio cugino aveva il terzo disco rovinato). Qualche anno dopo mi capitò sottomano la versione pc di FFVIII, che provai giusto per vedere se il mio rottame di computer poteva reggere: ci avrò giocato a malapena due ore.
    Ammetto di essere stato un bambino sprovveduto in fatto di vg (ho fatto un sacco di scelte che vi farebbero trasalire, come per esempio l’aver venduto una console che amavo alla follia ma che a quel punto era bell’e morta per un’altra ancora in perfetta salute ma non così amata, errore che tuttora scuote il mio rimorso), ma almeno quella volta ci azzeccai, per fortuna :asd:

    Rispondi
  2. LOL, sempre pungente lo Zio …

    Rispondi
  3. jaaak87

     /  3 novembre 2011

    Secondo me, se provi a metterti nell’ottica di quegli anni, pensando alle capacità di creazione di giochi e console di allora, pensando a quali fossero i parametri che potessero far osannare o no i videogiochi, e agli elementi chiave che in quel momento potevano emergere più di buchi o falle in FFVIII, e anche al genere di console in voga, e pure alla mentalità delle persone e al loro approccio con i videogiochi, occhi molto più inesperti e in parte chiusi, riesci meglio a focalizzare il perchè di tanto successo supercazzora brematurata con scappellamento a destra come se fosse antani (no ma cazzo, scherzi a parte, un complimento sentitissimo a chi ha capito il senso del commento originale)

    Rispondi
    • lozioferra

       /  4 novembre 2011

      jaaak87 ti giuro che forse la citazione l’ho capita

    • jaaak87

       /  15 novembre 2011

      “Amici miei”, oppure il senso completamente oscuro e la sintassi misteriosa del commento del tizio

  4. jaaak87

     /  19 novembre 2011

    Io avevo FFVIII, ci giocava mio fratello, io lo seguivo solo perché da buon 12enne in preda ai primi fuochi mi piaceva Rinoa. Comunque questa è una dedica per Lo Zio: http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20070125120021/nonciclopedia/images/2/2c/Cosplayer_brutta_di_Rinoa.jpg

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: